user_mobilelogo

Il dato biometrico è una caratteristica unica di un individuo, dal quale è inscindibile. Ne deriva un punto di forza e uno di debolezza: essendo una caratteristica unica permette il riconoscimento certo; essendo inscindibile non può essere sostituita come, ad esempio, accade ad una password.

E' il punto di debolezza che impone la massima sicurezza e protezione del dato biometrico. Per mezzo del dato biometrico il corpo garantisce per la propria identità. Il dato è dunque connesso al corpo-identità: perdendo il dato, il corpo perde la sua insostituibile identità. Perdendo l'identità l'individuo rimane spersonalizzato, cioè libero quanto lo può essere un soldato. La libertà individuale è, dunque, la ragione etica per la quale il dato biometrico deve restare nella proprietà e nel controllo dell'individuo; la stessa ragione etica la si ritrova nella Carta costituzionale laddove garantisce l'inviolabilità della libertà personale.

Quando le tecnologie possono interferire con le garanzie dovute alla individualità, si pone il problema del loro utilizzo responsabile; ne deriva la necessità di dimostrare che nel loro utilizzo si è ottemperato al quadro normativo e legislativo posto a garanzia del dato biometrico.

Validata s.r.l. realizza soluzioni di firma elettronica, anche basate sull'utilizzo di dati grafo-biometrici, per i soggetti eroganti le soluzioni stesse.
Le soluzioni sono conformi alle regole tecniche in materia di generazione, apposizione e verifica delle firme elettroniche avanzate, qualificate e digitali previste al D.P.C.M. 22-02-2013, titolo V.
Sono altresì conformi al D.Lgs. 30-06-2003, n. 196, recante il "Codice in materia di protezione dei dati personali", e alle disposizioni specifiche previste in relazione al trattamento di dati biometrici.

La soluzione Bio-Pen, in particolare, utilizza dati di tipo comportamentale (dinamica di apposizione della firma) di biometria interattiva (utente consapevole e collaborativo).